Flora

Data:
19 Luglio 2020
Immagine non trovata

La flora è il risultato di un lungo processo evolutivo del mondo vegetale che coinvolge anche il sub-strato geopedologico, gli eventi paleogeografici e climatici che si sono susseguiti incessantemente sia con cambiamenti lenti che in termini più marcati durante i quali le specie hanno dovuto adottare strategie conservative anche in rapporto alla pressione e agli impatti esercitati dal mondo animale ed antropico.

La flora dell’Area Marina Protetta, in particolare per le specie endemiche rarissime presenti a Capo Testa (Silene santae-therasiae, Genista ephedroides e Limoniumtibulatium) e per tutte le altre specie vegetali che caratterizzano il territorio costiero ed interno, è di notevole valore per la conservazione e la tutela della biodiversità.

Per tutti coloro che non fossero particolarmente esperti nelle scienze botaniche, è sempre possibile apprezzare “semplicemente” i colori e i profumi che le piante regalano in tutte le stagioni, e soprattutto in Primavera, periodo di esaltanti fioriture.

Fondamentale, nel sistema di conservazione dell’Area Marina Protetta è anche la componente della flora sottomarina, con la prateria a Posidonia oceanica che si presenta in ottimo stato di conservazione. Questa pianta marina, protetta dalla Direttiva Habitat 92/43 CEE, rappresenta l’equivalente di una foresta sottomarina ed è un fondamentale componente dell’ecosistema mediterraneo, per la sua produttività, per il rifugio che offre agli stadi larvali e giovanili di numerose specie e per la sua insostituibile funzione di protezione dei fondi sui quali s’insedia e dell’intera fascia costiera.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 31 Agosto 2020