Che cos’è l’AMP

Data:
19 Luglio 2020

L’Area Marina Protetta Capo Testa – Punta Falcone, istituita con Decreto Ministeriale 17 maggio 2018 (GU n. 206 del 5 settembre 2018) lungo la costa nord della Saredgna e gestita dal Comune di Santa Teresa Gallura, è un luogo che riserva insolite emozioni.

Un’area che racchiude nel suo vasto perimetro di oltre 5000 ettari, un’importate varientà territoriale caratterizzata da paesaggi marini, costieri, geologici,ambientali (flora e fauna) ed antropicirappresentativi del territorio della regione storica Gallura.

Oltre ad adempiere alle finalità generali di conservazione, l’Area Marina Protetta si candida a svolgere un importante ruolo di indirizzo territoriale, attivando processi e percorsi che siano in grado di dimostrare il valore economico e sociale della tutela ambientale, anche e soprattutto in ambienti con una forte vocazione turistica, come quello costiero di cui si parla.

 

L’obiettivo è quello di un continuo monitoraggio dei dati riguardanti le componenti biotiche e abiotiche dell’ecosistema, ma anche ad un’interazione continua con gli attori sociali  del territorio, per consentire una risposta gestionale, il più possibile flessibile e dinamica, in grado di rispondere alle esigenze di matrice strettamente ambientale, ma anche in grado di promuovere una crescita di consapevolezza del contesto sociale e di favorire un graduale consenso rispetto  al proprio operato.

L’Area Marina Protetta è suddivisa in quattro zone (A, B, Bs e C) riserva integrale, generale, generale speciale e parziale. Zone che hanno diverse possibilità di accesso e limitazioni nella loro fruibilità.

L’area sottoposta a misure di protezione e conservazione, al suo interno comprende, inoltre,il Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.) di Capo Testa- ITB010007, designato ZSC con D.M. 7 aprile 2017, e per il quale vige il piano di gestione approvato dalla Regione Sardegna con Decreto n. 15798/24 del 16 luglio 2015,istituito ai sensi della direttiva Comunitaria Habitat ed inserito nel sistema di aree dedicate alla conservazione delle biodiversità appartenenti alla Rete Ecologica Natura 2000.

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 24 Settembre 2020